nun so

Stavo scrivendo un bel post a mò di racconto sulla mia esperienza in un call center, ma inavertitamente l’ho cancellato.

quindi improvviserò una poesia sempre su questo argomento:

Telefono in vendita offerta,

il telefono occupa l’occupato inerme dei vantaggi del pacchetto

che non avvantaggia il commerciante ma il navigante,

colui che utilizza la rete per prendere altri pesci tra lo scambio.

Lussuriosamente voce candida.

Lussuriosamente voce candida.

Beni e consumi messi a disposizione,

motivatore che mi deprime in un ambiente che poteva essere anche più selvaggio.

Urlo,

desiderio carnale di possedere ciò che non possiedo:

Soldi!

Amore!

Sesso

Tutto!

Mi annego tra le sigarette ululanti che pesano dieci e venti chilogrammi,

mentra i miei muscoli aumentano vertiginosamente nuoto per non pensare,

ma mi faccio male.

Parole, solo parole buttate al vento,

la mediocrità dell’inutile rende mediocre anche me.

Insomma l’appuntameno lo prende ho devo ucciderla con il pensiero

di un avvocato in divisa da notte che si appresta a mordere i suoi figli nel sonno per

succhiargli i pensieri vitali che lui non ha più e che forse non ha mai avuto?

nun soultima modifica: 2010-04-04T21:15:00+00:00da epifasi
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “nun so

  1. Ah, devo dire che mi mancava un po’ (un po’ però, non tantissimo) la tua vena sarcastica! Forse il sarcasmo è il sale della vita, chissà!
    Credo che il fatto che tu mi abbia pensato certe volte (non sempre però!) sia già abbastanza!
    Ah, per la cronaca… in attesa del paio di scarpe che mi regalerai ;), me ne sono comprata un altro paio da sola… non ho resistito!
    Un abbraccio “poeta sarcastico” e passa più spesso!

  2. 🙂
    Non c’è niente di più buono di una sana scrittura come la tua.
    Mi piace e mi piace. Tu nn sai, ma mi diverto molto anch’io certe volte 😉

    Hai letto Vian? Guarda, niente di meglio per affondare nella tristezza che fa sorridere.

    buona domenica
    giulia

Lascia un commento