legna da ardere

La legna quando brucia e diventa cenere, finisce la sua esistenza. La sua oggettiva fisicità scompare. Capisco che se questo principio, adottato agli esseri umani, spaventi, creando un orrore folle. Quindi il bisogno di credere diventa forte. Credere che noi esisteremo anche dopo la nostra scomparsa è un fatto che ci serve per non vivere in un continuo stato depressivo. … Continua a leggere

Diversità tra gli animali

Un ippopotamo, guardandosi allo specchio, non si sentii più lui. Voleva essere una giraffa!!! Amava quegli animali con il collo lungo e le macchie nere. Dopo anni di sofferenza e di non accettazione, l’ippopotamo, andò da uno dei migliori chirurghi plastici dell’Africa. Dopo una lunga operazione, l’ippopotamo uscii dalla camera operatoria. Dopo il meritato riposo, si guardò allo specchio. Finalmente … Continua a leggere

filastrocca n.2

Una regina,  in cella non si sentì più diva. Così chiese alla questura una camera oscura, con in più quattro monache di clausura. Il buio oscura la mente ed evoca all regina un pensiero sconvolgente. – Tutto ciò che vedo è niente- eslama la regina con aria intelligente.  – e ciò che non vedo è tutto-  esclama la regina in … Continua a leggere

Le ultime su Dio

Dio non esiste….. me l’ha detto lui stesso!!!! Dio esiste…. me l’ha detto Topo Gigio, anche se non sembrava proprio in sè, era pallido e aveva dei buchi nelle braccia. Dio esiste, l’ho visto che faceva il parcheggiatore abusivo in zona trastevere. L’ho capito perchè quando non gli ho dato gli spicci mi ha fulminato con un dito. Dio è … Continua a leggere

A grande richiesta riposto il mio post più rappresentativo: NIPOTE DI DIO

Ebbene si sono il nipote di Dio. Lo scoperto a tavola con il mio presunto  padre. Preso dalla fame gli chiesi una fetta di pane, all’improvviso, una volta presa in mano, la fetta di pane si moltiplicò, mi spaventai da morire, così bevvi un po d’acqua ma si tramutò in vino, e sono astemio, quindi svenii. Al mio risveglio andai in bagno … Continua a leggere

Poesie di Gian Piero Bona

 QUEL CIMITERO Avere per lapide in un bosco un Priapo duro e losco, essere letto da teppisti e somari essere meta di grandi visionari. Le nuvole non amano gli astratti, ma il cazzo di poeti matti. …………………………………………………. IL SUICIDA Era afroroso e bello e si annegò. Adesso torna dove i compagni sbottonandosi si toccano. Figure ancora in erezione, ombre senza … Continua a leggere

la luce

Qui seduto, mi viene da pensare ad un insetto con mille ali che svolazzano nella mia grotta; in sella c’è una bambina dai riccioli d’oro che è stata educata ad insultarmi e, mentre mi manda a fare in culo, vola via,  lasciandomi solo a meditare sul volo delle farfalle, che sono veloci, ma con ali splendide che scintillano. Vorrei tanto … Continua a leggere

lavoro

O modernsimo sociale, perchè mi attanagli in uno stato alienante di uomo subalterno. Le circostanze sono coincidenze fatte nelle istanze. Ufficio, d’ufficio, ufficializzami sto telecomando. – Scusi mi fotocopia l’anima?- – No la stampante è rotta, però se me la lascia gli e la scannerizzo e la salvo sul computer- – No grazie passo dopo- Bianchetti correggono errori trasformati in … Continua a leggere

filastrocca n. 1

salve signora, avrei bisogno di un caffè che tiri fuori la parte  più bella di me. Salve signora, avrei bisogno di un pò di latte, che faccia della dolcezza un consumo a parte. Salve signora avrei bisogno di una sigaretta, che faccia della mia gola(coof…coof..), una gola secca   D. ZEDDE